Il successo della libertà secondo Jeff Buckley

C’è stato un momento della mia vita, non troppo tempo fa, nel quale potevo semplicemente esibirmi in un café e fare ciò che mi piaceva fare: suonare musica, imparare esibendomi, esplorare cosa significasse per me, cioè divertirmi mentre irritavo e/o divertivo spettatori che non mi conoscevano.

In questa situazione avevo il prezioso e insostituibile lusso del fallimento, del rischio, della resa.

Ho lavorato duramente per mettere insieme queste cose e questo ambiente di lavoro.

Mi piaceva e poi mi è mancato quando, con la popolarità, è scomparso.

Quello che sto facendo ora è semplicemente recuperare tutto ciò. Tornare a suonare nei posti piccoli, a contatto con le persone.

Alla fine è sempre la stessa storia: cerchiamo il successo e la notorietà e, spesso, li scambiamo con la libertà.

Condividi questo articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Iscriviti alla nostra Newsletter

Registrati per non perdere nessuna novità!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altri articoli interessanti