I Furbi (J. Ratini)

I furbi sanno le notizie prima degli altri.

I furbi fanno le vacanze gratis.

I furbi chiedono una sigaretta e pure d’accendere.

I furbi bleffano a poker.

I furbi danno le mance ai portieri.

I furbi predicano bene e razzolano meglio.

I furbi non perdono tempo a pensare ma agiscono.

I furbi stanno prima a destra e poi a sinistra, come tira il vento.

I furbi collezionano biglietti da visita.

I furbi sono amici di tutti.

I furbi hanno sempre qualcuno pronto a fargli un favore.

I furbi prima fanno parlare gli altri poi, se gli conviene, dicono la loro.

I furbi fanno i complimenti a tutti.

I furbi, anche se non fa ridere, sorridono.

I furbi, anche se non gli piace, battono le mani.

I furbi si vestono bene.

I furbi si sentono belli.

I furbi non si sposano per poi divorziare.

I furbi non fanno figli.

I furbi hanno sempre una ragazza diversa. Oppure, hanno una ragazza fissa e diverse amanti.

I furbi baciano solo se fanno l’amore.

I furbi si fanno sempre telefonare e chiamano solo se è indispensabile.

I furbi, quando hai bisogno di loro, li trovi sempre in riunione o fuori città per lavoro.

I furbi, anche nei periodi di crisi, non sono mai in crisi.

I furbi trovano sempre un modo per non pagare.

I furbi sanno vivere senza rimorsi né rimpianti.

La furbizia, un’arte che per fortuna non tutti possiedono.


(Dal Libro “Se Rinasco Voglio Essere Yoko Ono”: http://www.ibs.it/code/9788898149018/ratini-jacopo/se-rinasco-voglio-essere.html)

 

1 commento su “I Furbi (J. Ratini)”

  1. Simone Cangialosi

    Cosa dire??? sei bravissimo… hai proprio ragione sui furbi…. aspettando il tuo nuovo cd…..:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Altri articoli interessanti

40 Modi per Essere Creativi

1. Fare liste o elenchi puntati.2. Portare sempre un taccuino con sé.3. Scrivere liberamente, senza porsi dei limiti.4. Staccarsi dal